Francesco Guala

Francesco Guala

Dopo avere studiato filosofia alla London School of Economics (PhD), Francesco Guala ha insegnato per molti anni all’Università di Exeter, Gran Bretagna. Nel 2009 è tornato in Italia grazie al programma per il “Rientro dei Cervelli” e attualmente è Professore Associato presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Milano. Si occupa prevalentemente di filosofia dell’economia e delle scienze sociali, con un particolare interesse per il metodo sperimentale. Nel 2002 ha vinto l’INEM Prize e l’History of Economic Analysis Award, entrambi per il miglior articolo scritto da un giovane ricercatore nei campi, rispettivamente, della filosofia e della storia dell’economia.

Online publications:
http://users.unimi.it/guala/papers.htm

Come emergono le norme sociali?  Il mondo sociale è fatto di categorie sociali (“postino”, “ladro”, “infrazione del codice stradale”), istituzioni (“esercito”, “università”), norme (“non attraversare con il rosso”), convenzioni (“vestirsi di nero ai funerali”). Filosofi e scienziati sociali hanno proposto numerose teorie per spiegare la natura e l’evoluzione delle entità sociali, e in particolare le relazioni esistenti fra queste ultime e gli individui che in qualche modo le creano e sono soggetti alla loro influenza. La maggior parte di queste teorie godono di uno statuto ambiguo, a metà strada fra analisi del linguaggio e ipotesi empiriche sul mondo che ci circonda. Sono un sostenitore dell’approccio empirico, e da tre anni lavoro a un nuovo progetto di ricerca provvisoriamente intitolato “Empirical Social Ontology”. La prima fase, finanziata dall’Economic and Social Research Council, consiste in un’indagine sperimentale della teoria delle convenzioni di David Lewis. Recentemente ho coniugato questi dati comportamentali con evidenza di tipo neurofisiologico ottenuta con la risonanza magnetica. Inoltre sto cercando di studiare sperimentalmente le teorie dell’intenzionalità collettiva proposte da Raimo Tuomela, Margaret Gilbert, John Searle, e altri filosofi e scienziati sociali.