Intervista su “La psicoeconomia di Charlie Brown – Strategia per una società più felice” (@L’HuffingtonPost)

6 aprile 2015 Articoli

Huffington PostCharlie Brown si pone tante domande a cui non sa rispondere, sa tutto di aquiloni che poi non riesce a far volare, è un ansioso cronico e perde ogni partita di baseball che gioca. Eppure, nonostante tutte le sue mancanze e i suoi dubbi, il personaggio simbolo dei Peanuts può essere un modello vincente, capace di ispirare una nuova idea di società. È quanto afferma Matteo Motterlini, neuroeconomista e professore ordinario di Filosofia della scienza all’Università di San Raffaele di Milano, in un brillante saggio, edito da Rizzoli, dal titolo “La psicoeconomia di Charlie Brown”.

Leggi l’intervista su “L’Huffington Post”

 

Share Button